La storia di un pioniere
all’inizio del XX secolo

Joseph Hubertus Pilates fu l’inventore del metodo Pilates.
Nato nei pressi di Düsseldorf da genitori di discendenza greca e tedesca, Joseph Hubertus Pilates si convinse che il moderno stile di vita, la pessima postura e la respirazione inefficace fossero le cause di una salute precaria. Suo padre era un ginnasta di origini greche vincitore di premi e sua madre una naturopata di origini tedesche.

Joseph da giovane soffriva di asma, rachitismo e febbre reumatica.Per superare sia gli effetti di questa salute precaria sia lo sbeffeggiamento degli altri bambini, studiò culturismo, tuffo, sci e altre tecniche di ginnastica e sviluppò una serie di esercizi. Pilates si trasferì in Inghilterra nel 1912 e lavorò come pugile, circense e allenatore per la difesa personale dei detective inglesi. Quando, durante la Prima guerra mondiale, fu internato in un campo di prigionia a Lancaster con altri tedeschi come “nemico straniero”, Pilates passò il tempo a sviluppare ulteriormente i suoi esercizi tecnici.

Nel 1926 emigrò a New York e fondò uno studio con sua moglie Clara, insegnando esercizi a diversi danzatori inclusi Martha Graham e George Balanchine come pure ad attori e atleti.
Inventò anche macchinari per esercizi con delle molle ai letti di ospedale per pazienti immobilizzati.

La storia