L’osteopatia in ambito pediatrico

Il parto è per il nascituro un momento cruciale, in cui è sottoposto a forze importanti durante il passaggio lungo il canale vaginale. Il cranio del neonato ha la capacità di assorbire queste forze “deformandosi” e tornare poi elasticamente alla forma originale.

Tuttavia questo processo, in particolare in caso di parto difficile (travaglio lungo, taglio cesareo, utilizzo di forcipe o ventosa…), può risultare incompleto e causare al neonato tensioni che possono manifestarsi in molteplici modi:

  • infiammazione del dotto lacrimale (dacriocistite)
  • difficoltà nella suzione
  • singhiozzo insistente
  • rigurgiti frequenti
  • coliche addominali
  • torcicollo miogeno
  • disturbi del sonno e irritabilità
  • piede torto

I trattamenti osteopatici, utilizzando tecniche dolci, aiutano il neonato a recuperare una fisiologia meccanica più corretta e quindi il benessere.

Man mano che i bambini crescono si possono manifestare alcuni problemi dovuti a traumi precedenti, subiti durante il parto o legati alla posizione assunta dal feto durante la gravidanza, o nei primi mesi di vita come:

  • otiti ricorrenti
  • asma
  • bronchiti frequenti
  • disturbi del sonno
  • reflusso gastroesofageo
  • plagiocefalea posizionale
Gli ambiti
Gli ambiti

L’osteopatia durante la fase evolutiva

Durante l’adolescenza il corpo subisce numerosi cambiamenti.
Trattare eventuali disturbi associati allo sviluppo contribuisce alla buona salute del ragazzo ed evita che piccoli segnali trascurati in questa fase conducano a problematiche più serie nella vita adulta.

  • problematiche ortopediche (piedi e ginocchia valghi o vari)
  • scoliosi
  • protocolli in associazione a terapie ortodontiche(vedi osteopatia e odontoiatria)

I trattamenti osteopatici possono inoltre aiutare a prevenire i rischi e curare i traumi correlati all’attività sportiva svolta durante l’adolescenza.

E dopo il trattamento…
I bambini riferiscono una sensazione di rilassamento generale. È possibile che nella stessa serata della seduta, il bambino dorma molto più profondamente e a lungo rispetto alla norma.

L’osteopatia durante la gravidanza

Gli osteopati mettono la loro abilità al servizio delle gestanti, per aiutarle ad assecondare i cambiamenti in atto nel loro corpo in modo dolce ed armonico. Questo è fondamentale per vivere al meglio uno dei periodi più coinvolgenti della vita di una donna.

Per alcune donne la gravidanza significa anche dover fronteggiare alcuni malesseri legati alla progressiva crescita del bambino nel grembo materno che, di settimana in settimana, provoca lo spostamento del centro di gravità e continue modifiche sia strutturali che viscerali.
Questi cambiamenti richiedono continui adattamenti da parte del sistema muscolo-scheletrico il quale, spesso, fatica a rispondere in modo adeguato causando diverse complicazioni.
L’osteopatia affronta e risolve le problematiche dolorose a carico della colonna vertebrale e della muscolatura ad essa correlata quali:

  • lombalgia
  • sciatalgia
  • cervicalgia
  • dolori a livello del bacino, osso sacro
  • i disturbi legati alla ritenzione dei liquidi (soprattutto durante l’ultimo trimestre di gestazione) che possono causare importanti gonfiori degli arti inferiori e superiori o la Sindrome del Tunnel Carpale (che si manifesta con dolore e formicolio a livello del polso e delle dita della mano)

Gli altri disturbi frequentemente lamentati dalle gestanti:

  • nausea
  • difficoltà digestive
  • stitichezza
  • difficoltà respiratorie

Il percorso osteopatico durante la gravidanza favorisce l’elasticità tissutale e la mobilità articolare (articolazione del cingolo pelvico e muscolatura pavimento pelvico) facilitando sia il travaglio che la fase espulsiva.

 

Parto e post-partum

E’ importante arrivare al momento del parto con una buona padronanza del proprio corpo e del diaframma, muscolo fondamentale della respirazione, utile nella fase di spinta e durante le contrazioni uterine.
L’osteopatia durante la fase post-partum velocizza il recupero dell’equilibrio muscolo scheletrico e di eventuali esiti cicatriziali da taglio cesareo o da episiotomia.

Uno dei risvolti più fastidiosi della fase post-partum è una lieve incontinenza urinaria. L’osteopatia, mediante tecniche volte al riequilibrio della muscolatura del pavimento pelvico, unita ad una ginnastica perineale specifica, aiuta la risoluzione dell’incontinenza urinaria.

Per affrontare il periodo dell’allattamento in modo ottimale è importante ottimizzare la circolazione e rilassare le tensioni dello stretto toracico superiore e del diaframma.

Gli ambiti
Gli ambiti

L’osteopatia durante l’età adulta

Il trattamento osteopatico in età adulta è utile sia in fase acuta che preventiva. Può essere indicato per:

  • dolori muscolo-schelettrici come cervicalgie, lombalgie, dorsalgie, dolori all’osso sacro e al bacino, problematiche agli arti superiori ed inferiori
  • disfunzioni viscerali quali gastrite, irregolarità intestinale, incontinenza urinaria, difficoltà di svuotamento vescicale, cistiti ricorrenti, prostatiti, reflusso gastro-esofageo, “gonfiore” addominale, dolore ed irregolarità mestruale, esiti cicatriziali. Si effettuerà un lavoro “gentile” e non aggressivo sugli organi per riportarli verso una corretta funzionalità
  • problematiche congestizie (otiti, riniti, sinusiti…), casi di cefalea, disturbi dell’equilibrio, problematiche dell’artic. temporo-mand.

La persona sarà trattata dal punto di vista cranio-sacrale e fasciale, con tecniche dolci che riarmonizzano le tensioni a livello muscolare, osseo, nervoso e meningeo favorendo il drenaggio circolatorio

 

L’osteopatia in ambito sportivo

L’intervento dell’osteopata è importante per una persona che pratica sport specialmente a livello agonistico, per:

  • Diminuire la frequenza degli infortuni (trattamenti di routine per prevenzione)
  • Ridurre i tempi di recupero (trattamenti specifici dopo un trauma per preparare il corpo al recupero motorio)
  • Riequilibrare il corpo usurato per ottimizzare la performance

Gli sportivi si rivolgono all’osteopata per svariate problematiche:

  • dolore alla colonna vertebrale;
  • danni ai muscoli e ai legamenti;
  • traumi alle articolazioni, recenti, ma anche vecchi che portano ancora dolore
  • ridotta mobilità delle articolazioni
  • danni da usura di alcune parti del corpo a causa della continua ripetizione del gesto tecnico specifico di uno sport.

L’osteopatia in ambito geriatrico

Con l’avanzare dell’età si va incontro ad una serie di patologie e problemi fisici che possono condizionare seriamente la qualità della vita di una persona.
L’osteopatia può essere un aiuto molto prezioso per questa fase della vita: con trattamenti dolci si possono affrontare le varie problematiche che condizionano la persona anziana nella vita di tutti i giorni.

Il trattamento osteopatico allevia i dolori e riduce i disagi, aiutando a conservare tonicità e mobilità.
Patologie come artrosi e dolori articolari sono da considerarsi fisiologiche, normali ad una certa età, ma non si può permettere che queste condizioni compromettano in modo debilitante la vita quotidiana; i dolori causati da queste patologie portano ad adottare posture scorrette che, a lungo termine, moltiplicano le tensioni delle differenti zone del corpo, aumentando quindi il dolore.

Oltre ai problemi riguardanti l’apparato muscolo-schelettrico, il trattamento osteopatico risulta efficace per patologie molto comuni come:

  • ipertensione e ipotensione
  • difficoltà gastro- intestinali
  • Problematiche vescicali (svuotamento vescicale, incontinenza urinaria)
  • cefalee
  • problemi vascolari
  • problematiche legate alla menopausa migliorando il metabolismo e la funzionalità dei vari organi.

Altrettanto importante è l’approccio preventivo:

  • quando si interrompe l’attività lavorativa
  • prima di iniziare una nuova attività sportiva
Gli ambiti
Gli ambiti

Osteopatia e odontoiatria

L’apparato stomatognatico non è una parte anatomica separata dal resto del corpo, quindi cambiamenti in questa zona provocano adattamenti posturali soprattutto a livello della colonna vertebrale.

E’ molto importante eliminare tensioni muscolari, fasciali, articolari e cranio-sacrali acquisite con il tempo a causa di traumi o posture errate, prima di dare un imput di cambiamento al nostro corpo.
Il riequilibrio delle tensioni viene effettuato prima e durante il trattamento odontoiatrico. Questo perché, il corpo, trovandosi in equilibrio e quindi avendo maggior benessere, si presenta più malleabile ed accetta meglio i cambiamenti posturali portati da apparecchi o protesi odontoiatriche. Tutto questo riduce i sintomi, la durata del trattamento e la percentuale di recidive nel tempo.

In età pediatrica è molto importante la collaborazione con l’ortodontista per prevenire e ridurre le problematiche posturali dell’infanzia e dell’adolescenza (scoliosi…).
Infatti gli apparecchi ortodontici vengono applicati durante la fase della crescita, dove la postura è soggetta a continui cambiamenti e quindi il corpo si trova in un equilibrio precario.
È importante che l’input di correzione dato dall’apparecchio ortodontico si ripercuota in tutto il corpo in maniera corretta, senza che incontri ostacoli.

L’osteopata utilizza tecniche dolci adatte ai bambini per eliminare gli ostacoli e per permettere una crescita armonica di tutto il corpo.